Vademecum per una comunità inclusiva contro ogni discriminazione a scuola e non solo

Oggi il mondo dell’educazione, e i suoi attori tutti,  vivono una drammatica contraddizione:

 il mandato costituzionale che è alla base del patto cittadini-società ritiene necessario «rimuovere gli ostacoli d’ordine economico e sociale, che, limitando, di fatto, la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese». Eppure nell’ultimo anno scolastico si sono verificati degli interventi che hanno avuto proprio le aule scolastiche come palcoscenico di azioni discriminatorie.

Che partita si gioca dentro e intorno alle aule scolastiche e ai luoghi educativi?

Il tavolo SaltaMuri  che rappresenta più di 130 associazioni  del mondo dell’educazione e non solo, intende con questo vademecum saltare il muro della solitudine offrendo ai docenti indicazioni e un apparato normativo di riferimento corredato da dati reali sulla situazione italiana, spazi di possibili delibere degli Organi Collegiali (OO.CC.), e riferimenti a sentenze legali nei confronti di sindaci, nei casi di palese discriminazione.

IL VADEMECUM